Brunei “lapidare i Gay ed adulteri per legge” i Ken fermate subito quest’odio assurdo

Forse non tutti e tutte sanno neppure dove sia situato il Brunei, ma certamente sanno che è uno stato ricchissimo.

Il Sultanato del Brunei (ufficialmente indicato come Nagara Brunei Darussalam, cioè Stato del Brunei, Dimora della Pace) o semplicemente Brunei, è uno Stato situato sull’isola del Borneo, nel sud-est asiatico. Con l’eccezione della costa affacciata sul Mar Cinese Meridionale, confina completamente con la Malaysia. ( fonte )

Apprendiamo con orrore – dichiara Carlo Cremona presidente i Ken – da giornale #TheGuardian quanto segue ”

Il Brunei introduce la morte per lapidazione come punizione per il sesso gay
Le persone nel piccolo regno del sud-est asiatico affrontano un codice penale draconiano basato sulla legge della sharia
Il Brunei inizierà a imporre la morte per lapidazione come punizione per il sesso gay e l’adulterio dalla prossima settimana, come parte dell’attuazione fortemente criticata della legge della sharia.


Il Brunei inizierà a imporre la morte per lapidazione come punizione per il sesso gay e l’adulterio dalla prossima settimana, come parte dell’attuazione fortemente criticata della legge della sharia.
Dal 3 aprile, le persone nel piccolo regno del sud-est asiatico saranno soggette a un nuovo codice penale draconiano, che include anche l’amputazione di una mano e un piede per il reato di furto. 
Per essere condannati, i crimini devono essere “testimoniati da un gruppo di musulmani”.
Il Brunei, che negli ultimi anni ha adottato una forma più conservatrice dell’Islam, ha annunciato per la prima volta nel 2013 l’intenzione di introdurre la sharia, il sistema legale islamico che impone severe pene corporali.
Era una direttiva del Sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, che è uno dei leader più ricchi del mondo con una ricchezza personale di circa $ 20 miliardi (£ 15 miliardi) e ha occupato il trono dal 1967. Ha descritto l’implementazione del nuovo codice penale come “un grande risultato”. Gruppi per i diritti degli omosessuali hanno sottolineato che 2.000 soldati britannici sono di stanza nel Brunei e il Regno Unito sta cercando urgentemente un nuovo accordo commerciale con il paese ricco di petrolio.
L’inviato commerciale britannico per Brunei, Paul Scully, era nel paese in ottobre per i colloqui, e ci sono state richieste per lui e per il Ministero degli Esteri di unirsi a Mordaunt per condannare i piani.
La legge della sharia si applicherebbe solo ai musulmani, che costituiscono circa i due terzi della popolazione.
Leggi tutto l’articolo

Anche in questo stato ex colona Britannica, il reato è stato introdotto sotto la dominazione UK come in ogni stato colonia del Commonwealth. Invitiamo l’ambasciatore italiano di Sua Maestà di fare in modo che il Regno Unito, ancorchè sotto l’egida della UE faccia applicare i valori della carta universale dei diritti dell’uomo, la costituzione europea allo stato mussulmano usando ogni ritorsione commerciale immaginabile ed attuabile.

Lascia un commento