#Tim4inclusion con i Ken ed Unar

chi siamo

raccogli la saponettaLo scopo dell’associazione di promozione sociale i Ken O.N.L.U.S. è quello di promuovere il superamento di differenza di origine sociale, religiosa, economica, culturale attraverso iniziative educative e socio culturali. In particolare si propone di svolgere un’opera educativa, informativa, di sviluppo e di sostegno relativamente alle dinamiche ed alle problematiche, individuali e sociali connesse all’essere omosessuale
i Ken intende operare con un forte spirito di collaborazione con le istituzioni pubbliche e gli altri oggetti sociali per costruire un vero “lavoro di rete”.

conoscici attraverso questa presentazione presentazione i Ken 

i Ken vuole essere uno “stimolo culturale” per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della partecipazione democratica attiva alla vita della Repubblica, della solidarietà e della lotta all’esclusione sociale per motivi di sesso, di razza, di lingua, di religione di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali e del pieno esercizio della libertà di espressione omosessuale.
Nel perseguire tale scopo, i Ken riserva una particolare attenzione ai diritti concernenti l’educazione, l’istruzione, la formazione e promuove attività educative, formative, sociali, ricreative, culturali, sportive rivolte a giovani, adulti, anziani, minori in situazione di disagio personale, familiare, sociale, culturale, scolastico, fisico e psichico e alle loro famiglie.
i Ken tutela e promuove i diritti di cittadinanza delle persone in situazione di disagio e non, attraverso una partecipazione attiva e consapevole che le renda realmente protagoniste della vita sociale e culturale del territorio cittadino, regionale, nazionale, europeo ed internazionale.
 L’associazione i Ken è attiva dal 2005 in Campania.

idea e realizzazzione di Antonio Prisco e Gerardo Grasso

idea e realizzazione di Antonio Prisco e Gerardo Grasso

I soci fondatori scelsero  come simbolo una Saponetta a cui fu dato un nome “transversale”, ossia un nome che pronunciato ha un suono ed un significato diverso da come viene scritto.

i Ken , infatti è la composizione della “i” minuscola,simbolo della information tecnology  che nel 2005 si mostrava in tutta la sua universale globalizzazione, ed il nome proprio maschile “Ken” rappresentativo di uno stereotipo maschile gay occidentale, molto simile al pupazzo di plastica e simbolo estetico largamente riconosciuto. Ma anche come Ken il guerriero. Un dualismo insomma che sta a significare il non fermarsi alle apparenze ed andare oltre. Così come nella scelta del simbolo grafico, la saponetta rosa, piena di infiniti significati a cominciare dal fatto che in ogni famiglia è facile trovarne una, così come le persone LGBT.

i Ken, però assume un mutevole significato nella comunicazione orale divenendo anche verbo. “I Can”, io posso, rappresenta l’azione soggettiva, il segno manifesto della volontà posta alla base del coming out nella dimensione soggettiva che diviene identitaria della comunità nella dimensione collettiva dell’associazione.

L’associazione ha diversi progetti che ne delineano il carattere e la specificità che da ottobre 2017 troveranno nell’ incubatore del Rainbow Center Napoli un sistema di buone prassi, aggregazione e rigenerazione e servizi che si integra che si aggiunge a quello già animato da i Ken con succeso dal 2007 presso la CGIL Napoli dove è presente lo Soportello LGBT di i Ken e CGIL Napoli

Il Sistema gestionale individua 4 aree di lavoro e progettazione
cropped-splash-page.jpg

  1. CULTURA
  2. EDUCAZIONE E LABORATORI
  3. WELFARE
  4. LAVORO

 

 

Best Practies (Pubblicazioni)
DisOrientamenti – Discriminazione ed esclusione sociale delle persone LGBT in Italia
a cura di Carlo D’Ippoliti e Alexander Schuster – Armando Editore (2011)
Collana Diritti Uguaglianza Integrazione dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali
Dipartimento per le Pari Opportunità
10.1 Presentazione analisi di replicabilità delle buone prassi per settore:
Settore Socio Culturale
Omovies – Festival di Cinema Omosessuale, Comune di Napoli (pag. 148)
Combattere l’omofobia.
Politiche locali di parità rispetto all’orientamento sessuale e all’identità di genere.

Un Libro Bianco Europeo, Torino – Coll-Planas, Gerard (2011)
Capitolo 3: Raccomandazioni
3.11 Cultura e Media
Omovies – Festival cinematografico organizzato dal Comune di Napoli (pag. 83)
Neapoli.S.
Le politiche sociali a Napoli 2000/2010
Comune di Napoli, Assessorato alle Politiche Sociali.
La mediazione e la gestione dei conflitti – Il contrasto della xenofobia e le politiche contro le disuguaglianze: culturali, di genere e di orientamento sessuale. (pag. 156)

i Ken è fondatore e parte dei coordinamenti

Copertina FB pagina RAINBOW CENTER

coordinamento festival cinematografici della campania