super finocchio

Il Manifesto dell’Arte Contemporanea

L’Associazione di Promozione Sociale  i Ken ONLUS, sostiene e promuove l’Arte e la Cultura, come principio e fondamento della propria organizzazione.

Ritiene che sia giunto il momento di modificare l’approccio al mondo dell’Arte e che debba essere inteso non solo come risorsa interna ed autoreferenziale.

L’Arte per noi deve essere investimento, produttività, valore aggiunto che le Istituzioni e i Privati devono utilizzare per lo sviluppo del territorio, coordinando strategie nazionali ed internazionali nel pieno coinvolgimento delle parti per il rilancio della città di Napoli, della Regione Campania come capofila dell’innovazione artistica portando “la città moderna” a vivere dell’Arte e per l’Arte.

L’Associazione i Ken crede e s’impegna a sostenere un rinnovato modo di interpretare anche l’Essere Giovanile e quali forme e strategie debbano essere adottate per il sostegno ad esso, considerando i Nuovi Linguaggi l’essenza della gioventù.

La città e le Istituzioni devono garantire nuove frontiere di opportunità per l’Arte,nel caso specifico l’obiettivo delle produzioni Artistiche deve mirare a che “il prodotto” abbia la forza comunicativa di essere transnazionale, popolare, comunitario e che contribuisca al confronto tra le culture.

Riteniamo necessarie azioni di promozione per i Linguaggi Giovanili, e che siano tali se:

  1. coerenti con il linguaggio contemporaneo;
  2. sperimentali;
  3. a carattere di Laboratorio;
  4. uniscano ricerca e innovazione;

conservando l’antico e rilanciando il contemporaneo in un binomio vitale per l’essenza del nostro territorio.

Spetta alle Istituzioni e ai Privati, anche sinergicamente, il dover dare le linee guida per lo sviluppo delle Possibilità e delle Opportunità per realizzare “il Farsi dell’Arte” che passa attraverso la pianificazione e razionalizzazione degli Spazi Urbani.

Immaginiamo le periferie urbane come degli Open Space dell’Arte Contemporanea, che cingano d’assedio l’intera comunità metropolitana, portando da fuori al centro e dal centro fuori, interessi, risorse economiche e umane, idee.

Una sana società ha bisogno di rilasciare Energia Positiva e lo fa costruendo concretamente il futuro degli artisti e offrendo cittadinanza al valore positivo che è nell’investimento.

In questo c’è il ruolo strategico e centrale delle Istituzioni, come dell’Accademia di Belle Arti, il PAN, il museo MADRE e delle associazioni che insieme possono costruire un coordinamento per la promozione culturale e possono creare un’ osservatorio specializzato sull’Arte capace di proporre miglioramenti continui e di far focalizzare l’attenzione internazionale sul lavoro.

E’ indispensabile la creazione di un network, che favorisca la contaminazione, la ricerca, l’aggiornamento e che accresca il valore didattico e culturale delle iniziative prodotte.

Concretamente noi riteniamo che si debbano:

  • Creare spazi per i giovani artisti, non intesi come mera tutela e garanzia, ma come promozione e partecipazione sociale.
  • Promuovere il ruolo dell’Accademia di Belle Arti come luogo di fusione e di elaborazione culturale non solo didattica, ma pienamente formativa,
  • Costruire percorsi d’inserimento sociale dell’Arte Contemporanea nel circuito turistico che ne valorizzi il contenuto ed il valore.

Questo manifesto è il nostro contributo, il punto di partenza per quella che per noi è la spina dorsale della nostra azione, chiediamo il sostegno all’apertura di un tavolo di discussione regionale oltre che metropolitano per promuovere la Napoli di oggi, che non è solo tradizione ma anche innovazione e ricerca.