L’amico geniale dei Gay è Francesco Paolantoni

L’amico geniale dei Gay è Francesco Paolantoni

Nei giorni scorsi era stato usato il sostantivo gay nel titolo de il giornale Libero in modo superfluo, inutile e dispregiativo.

Anche il direttore del giornale nel corso della trasmissione Agorà del 24/1/2019 non ha saputo ben spiegare cose volessero dire, a noi tutti è apparso un comportamento non solo omofobo, ma anche vile.

Il Coming Out è un percorso doloroso, conflittuale verso Sè e verso la società, spesso se non voluto è provocato da altri attraverso il bullismo ed il cyber bullismo che colpisce le persone più fragili, questo comportamento che di definisce OUTING rafforza gli stereotipi negativi e convince le persone omofobe di avere un pensiero condiviso.

I gay non aumentano, ma aumenta la consapevolezza che esserlo e sappiamo che esserlo  non è né reato, né peccato e soprattutto l’orientamento sessuale  non aumenta nè diminuisce la capacità dell’individuo.

Quando comunicata, in taluni casi  essa, stranamente, amplifica le idiozie altrui ad usare questi aspetti della persona come paragone improbabile o causa ingiustificata di andamenti negativi di circostanze causare da sicure incapacità politiche e di governo i cui processi sono gestiti, organizzati da assetti patriarcali, maschilisti, antigay e soprattutto a maggioranza cisgender.

Per questo auspichiamo un intervento sanzionatorio da parte degli organismi anti discriminazione del Governo ed attendiamo le scuse del CdR.

LIBERO

Lascia un commento