Napoli libera si ribella alla censura, siamo tutti e tutte Napoli

Prima hanno tentato di cancellare il bacio gay di #omovies , poi il viso dal #murales del Comune di Napoli che ritraeva un #femminello e poi arrivò il decreto #pillon per criminalizzare le #famiglie#omosessuali e riscrivere il ruolo sociale delle donne. Il disegno è chiaro ed è di estrema destra con la fiducia del #M5S . Noi non ci fermeremo e non arretreremo di un solo passo. Che vi sia ben chiaro.

A chi dice che quella immagine dice che non è Napoli, rispondiamo che anche noi siamo Napoli. #chestè

Carlo Cremona – Presidente i Ken

Lascia un commento